7 giorni di luglio: L’olfatto

ON FIRE - 2zxDa-1LNvR - normal

Ed eccoci arrivati al nostro ultimo appuntamento della stagione. 7 giorni di follie chiude la sessione 2014/2015, la nuova stagione si aprirà la prima domenica di settembre. Per questo contest vi proponiamo il penultimo dei sensi: l’olfatto. Sono previste le solite 5000 battute, spazi compresi e i vincitori di questo evento saranno i prossimi giudici di settembre. Vi raccomandiamo di tenere presente la tematica principale, sono gli odori a essere protagonisti, dunque vanno descritti e menzionati, il resto deve essere costruito intorno alla scelta fatta. Quindi, per questo 7 giorni di luglio, munitevi di carta e penna (si fa per dire), nonché di tutta la vostra meravigliosa fantasia e preparatevi a usare il naso!

Pioggia: l’odore della pioggia ha un che di particolare, l’aria improvvisamente si fa più densa e umida, portando alle nari sentori lontani… a volte carichi di ricordi.

Mare: il profumo del mare sa di iodio e salsedine, ma non solo. A volte riporta alla memoria serata passate sulla spiaggia, intorno a un falò, oppure le malinconiche giornate di un inverno passato.

Benzina: il pungente aroma della benzina fa pensare alla strada, ai viaggi, ai momenti in cui, saliti in macchina, si parte per mete non sempre piacevoli. Le distanze si possono accorciare, ma possono anche aumentare, portandoci lontani da dove vorremmo essere.

Libro: abbiamo spesso ricordato il profumo dei libri, della carta, dell’inchiostro di stampa, persino della polvere. Un libro può contenere mille storie, mille trame diverse in grado di soddisfare chiunque.

Grigliata: poteva mancare lo stuzzicante profumo della carne cotta sulla brace? Le grigliate estive non servono solo per soddisfare il palato, ma anche a trovare il giusto pretesto per riunire gli amici.

Sangue: metallico, nauseante, inquietante. Non potevamo lasciare libera questa opzione, deludendo gli amanti dell’horror. 

Borotalco: il sottile aroma del borotalco conduce verso l’infanzia, verso memorie di un tempo che fu, quando ancora la nostra anima, intatta e immacolata, tendeva verso la speranza di un futuro magari diverso.

Se stasera sono qui di Elena Grifoni
La pioggia nella mente di Gabriella Grieco
Mediterraneo di Sebastiano Impalà
L’ultima volta di Anna Ciraci
Notte di luna di Mirella Frascolla
Quel piccolo tempo antico di Denis Cornacchia
Nettare divino di Sara Stuani
Pioggia nel cuore di Escluso Mortimer
Rara dolcezza in tempi indefiniti di Anna Ciraci
Goccia di Luna di Renata Morbidelli
Route 66 di Anna Cibotti
Cur transit vita di Claudia Lo Blundo
Il sangue celato di Mara Cristina Dall’Asén
Giorni nefasti di Marina Atzori
Storia di vita di Stella Castolo
Glorificazioni estive di Sofia Skleida

Fuori concorso

Villa Margherita di Antonella Di Leonardo
Felicità di Maena Delrio
Memorie al borotalco di Luisa Cagnassi

 

2 Comments

  • luisa cagnassi

    Chiedo umilmente scusa, mi sono dimenticata che, il terzo posto, mi delegava al ruolo di giudice.
    Adesso cosa posso fare o cosa dovrei fare? Voto i racconti in gara esprimendo il mio punteggio oppure il mio silenzio nella prima fase, mi ha tolto automaticamente il diritto di esprimermi?
    Stavo terminando di scrivere per il concorso MDS, mi sono persa in senso generale, anche i commenti.
    Vi ringrazio perdonatemi la figuraccia.

    • settegiornidifollie

      Vota pure i testi in gara qua sul blog, poi come giudice dovrai mandarci anche le valutazioni numeriche a parte.

Comments are closed.