Un amore infinito di Tiziana Coppola

Un amore infinito

Tema: fantasy

Autore: Tiziana Coppola

immagine tratta da Pixabay
Beth era su tutte le furie, stavolta Clara l’aveva fatta grossa, aveva sprecato la sua ultima possibilità di farsi accettare.
 
Tommy non fece neanche in tempo ad aprire la porta che fu travolto dalla furia irrefrenabile di Beth, gli urlò in faccia una raffica di parole non ben decifrabili, peggio di una mitragliatrice incessante, l’unica frase comprensibile fu: «Prendi una decisione e fallo ora.»
 
Come avrebbe fatto Tommy a scegliere tra lei e la sua signorina. Qualche anno fa aveva promesso, in punto di morte alla sua prima moglie, che si sarebbe preso cura di Clara, la loro piccolina e che nulla e nessuno si sarebbe messo tra di loro. La testa gli scoppiava, distrutto da una giornata massacrante, sprofondò sul divano del soggiorno e senza neppure accorgersene si addormentò. Dopo qualche minuto Clara lo raggiunse e lo scosse energicamente.
 
Tommy sobbalzò e con aria scocciata le chiese: «Mi dici cosa hai combinato oggi?»
Clara alzò il capo, lo guardò, abbassò lentamente le palpebre e si girò dall’altra parte. Tommy risentito da quest’atteggiamento, continuò: «Non rispondi? Allora vedi che ha ragione lei, non riesci nemmeno a difenderti. Ormai hai superato ogni limite… Io dopo una dura giornata di lavoro non posso mettermi a fare da arbitro. Quando rincaso, la sera, vorrei trovare un ambiente sereno. Con questo tuo comportamento mi costringi a prendere una decisione drastica. Almeno dici qualcosa?»
 
A quel punto Clara, infastidita, si gira verso di lui e rompe il silenzio: «Che parlo a fare? Tanto qualsiasi cosa io dica tu crederai sempre e solo a lei.»
«Beth avrà il suo bel caratterino però tu pure ci metti del tuo… Vuoi farmi credere che non è vero che l’altro giorno hai rotto il vaso di Capodimonte, che la mamma le aveva regalato per il suo compleanno e che a lei piaceva tanto?»
«Non è andata in questo modo… Il vaso si è rotto perché lei ha urtato il tavolino con l’aspirapolvere, io per caso mi trovavo a passare di lì e lei come sempre ha colto la palla al balzo per darmi la colpa. Quando tu non ci sei io cerco di evitarla ma lei fa di tutto per irritarmi e scatenare una mia reazione negativa.»
«Non può essere così meschina! Magari sei tu che fraintendi.»
«Vedi perché non parlo? Le trovi sempre una giustificazione. Da quando lei è entrata a far parte della tua vita non ragioni più. Hai dimenticato tutte le promesse che hai fatto alla mia cara mammina sul letto di morte… Mi resta da fare una sola cosa… Andarmene…»
Non appena ebbe pronunciato tali parole, uscì di casa lasciando che la porta si chiudesse alle sue spalle.
 
In quel preciso momento Tommy avvertì un grande senso di vuoto… Erano trascorsi solo pochi istanti ma già avvertiva una mancanza smisurata… Cercò di alzarsi dal divano in maniera repentina per correrle dietro ma inciampò e in men che non si dica si ritrovò con il viso sul pavimento… Dolorante si svegliò e con molta calma si tirò su. Si rese conto che era stato solo un sogno, Clara non se n’ era andata, stava accanto a lui e lo fissava stranita.
 
Intanto, udito il trambusto, Beth era accorsa, non per soccorrere Tommy ma solo per trovare qualche altra ragione per incolpare la povera Clara. Non appena giunta in sala, infatti, iniziò a inveire contro di lei, a dare il meglio del suo isterismo.
Tommy restò ammutolito per qualche istante poi con voce calma e solenne disse: «Hai ragione Beth, non si può andare avanti così, in tre si sta stretti, quindi fai le valigie e lascia questa casa.»
Beth sgranò gli occhi e per la prima volta restò a bocca aperta.
Tommy sorridendo si voltò verso Clara, aprì le braccia e con le dita le fece cenno di avvicinarsi.
Lei fece un balzo e scattò in braccio al suo fedele amico. Tommy prontamente l’afferrò e affondando la sua mano nel suo morbido pelo non smetteva di accarezzarla, mentre Clara non smetteva di leccargli il viso.

Una risposta a “Un amore infinito di Tiziana Coppola”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.