Crea sito

La felicità è nelle piccole cose di Sara Grazzini

La felicità è nelle piccole cose

Tema: La ricerca della felicità

Autore: Sara Grazzini

immagine di Beatrice Maccelli
Quel giorno Giulia si era svegliata di malumore e ogni cosa le appariva negativa e nera come il futuro che l’attendeva. Aveva infatti scoperto che l’attività presso la quale lavorava, avrebbe chiuso i battenti di lì a qualche giorno e aveva mille pensieri che le passavano per la testa e mille interrogativi. Si sedette in cucina, davanti a una tazza di caffè fumante e per l’ennesima volta si pose la domanda che da sempre l’accompagnava: Cos’è la felicità?
 
Giulia si era chiesta più volte cosa fosse la felicità e dove potesse trovarla, ma non aveva mai trovato la risposta. Era nata in una famiglia di origini modeste, di estrazione operaia e fin da bambina aveva gioito delle piccole cose; le era stato insegnato che bisogna accontentarsi di quello che si ha, perché la vita è imprevedibile e non si sa mai cosa riserva il destino. Da piccola era felicissima per l’arrivo di un giocattolo nuovo, oppure per un pomeriggio passato al parco in compagnia degli amici.
 
Con l’andare degli anni, la sua percezione dell’idea di felicità, era mutata. Giulia non si accontentava più della esistenza che conduceva e ogni volta si poneva un obiettivo diverso, per sentirsi viva e felice. Intorno ai 25 anni, dopo la laurea, aveva creduto di trovare la felicità nella realizzazione di se stessa e nello svolgimento di un lavoro consono alle sue attitudini e alla sua formazione universitaria, ma ben presto si era scontrata con la dura realtà di un mondo lavorativo che offriva ben poco di accattivante per la sua indole e le sue conoscenze; così aveva accettato un lavoro che le permetteva di essere indipendente e di far fronte alle proprie esigenze e aveva convogliato i suoi sforzi per la ricerca della felicità in un altro ambito.
 
Per un po’ aveva creduto che la felicità si palesasse in un grande amore e ci aveva creduto talmente tanto da annullarsi, dedicandosi anima e corpo a quell’Amore con la A maiuscola. Tuttavia, un bel giorno si era svegliata, scoprendo di essere tradita e le era crollato il mondo addosso. Si era sentita persa e per l’ennesima volta era fallito il tentativo della ricerca della felicità.
 
Per molto tempo, dopo la fine di quella storia, si era affannata alla ricerca di quel quid particolare che la facesse stare bene e la rendesse appagata, ma non comprendeva a pieno cosa volesse dire essere felice, c’era sempre qualcosa che le tormentava l’anima.
 
Poi finalmente, un giorno aveva conosciuto un ragazzo che le aveva riacceso la speranza di tornare a essere felice, si erano sposati e avevano avuto una bellissima bambina, che adesso dormiva beata, cullata dai sogni.
 
Giulia era ancora seduta al tavolo in cucina, quando a un tratto sentì la piccola che la chiamava. Si alzò e accorse da lei in cameretta, la sollevò e la strinse forte al petto. La bambina ricambiò affettuosamente l’abbraccio della madre e con la spontaneità tipica dei piccoli, le disse: «Mamma, ti voglio tanto bene. Sei la mamma migliore del mondo.»
Il cuore della giovane donna si riempì di gioia e di orgoglio e Giulia non ebbe più dubbi, aveva la risposta alla sua domanda. Aveva trovato la felicità.

Una risposta a “La felicità è nelle piccole cose di Sara Grazzini”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.