Incontro di Sara Stuani

Ogni giorno siede lì vicino a te,
lo stesso viaggio, la stessa meta.
Occhi che si incrociano per un istante,
corpi che si sfiorano per sbaglio.
Ma tu non la vedi.
Guardala, forse non ha la bellezza che colpisce,
un corpo voluttuoso e capelli dorati
ma
il suo sguardo sotto gli occhiali è dolce
saprebbe consolarti dopo un duro giorno
e le sue braccia sottili, nascoste dai larghi maglioni,
saprebbero stringerti piene di passione.
Ma tu non la vedi.
I suoi ricci scomposti ti sfiorano la spalla,
un profumo di limoni e d’estate tocca l’aria che respiri.
Ma tu non te ne accorgi.
Lo sguardo fisso e corrucciato,
Con lo schermo tra le mani
digiti parole vuote
preso da quel tutto pieno di niente.
Il treno sferraglia, le spalle si colpiscono
mormorate entrambi uno “scusi” distratto.
Le sue mani sottili disegnano figure nell’aria

mentre ascolta la musica con le cuffie, i suoi occhi ti sfiorano e ti sorride.
Ma tu ti alzi di fretta, giunto a destinazione,
la sfiori per errore e prosegui oltre.
Ancora una volta dai le spalle al destino che te l’ha posta accanto.
Corri verso i tuoi appuntamenti urgenti
l’ anonima ragazza ormai dimenticata e mai davvero notata.
Cammini verso ore fatte di obblighi e doveri,
ti volti a seguire con lo sguardo
una donna bella e appariscente che ti passa vicino,
ti sorride e tu ti senti un conquistatore.
Non sai di essere cieco,
Non sai che lei ti deluderà come tante hanno fatto attratte solo dal tua abito firmato.
E dopo poco, tornerai su quel treno,
seduto vicina alla donna anonima con le mani sottili che dipingono musica nell’aria,
il profumo di agrumi nei capelli.
E continuerai a non vederla.

Torna all’elenco dei brani del mese

10 Comments

  • settegiornidifollie

    Le votazioni si sono chiuse il giorno 23/9/2017 alle 23:59. Vi ringraziamo per aver letto, votato e commentato i nostri autori

  • Stella

    A volte non riusciamo a vedere chi davvero potrebbe donarci e trasmetterci felicità. La realtà è che siamo distratti da ciò che è niente. Bravissima. Voto questo testo

  • renata Morbidelli

    Bellissimi versi che descrivono una triste realtà: essere invisibili agli occhi di chi ci fa sognare

  • settegiornidifollie

    Per votare un testo bisogna apporre, nella sezione dedicata ai commenti, nella pagina del pezzo che si desidera votare la scritta “Voto questo testo”.
    Ogni brano che riceva un commento, a patto che sia un commento allo stesso, e non un ringraziamento dell’autore o un’eventuale conversazione successiva, varrà come 1 voto, per cui tenete conto della possibilità di farvi sia votare che apprezzare con un commento, ottenendo così ben 2 voti.
    Vi ricordiamo che le votazioni si chiuderanno il giorno 23/9/2017 alle 23:59.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*