Magia della musica

Le note viaggiano leggere nell’aria. Le sento vibrare fuori e dentro di me. È un fluido che mi avvolge e mi entra nella spina dorsale facendosi linfa vitale. Energia liquida che dalla colonna si di dirama nelle vene fino a toccare ogni frammento del mio corpo e del mio spirito. È un flusso continuo che parte dal basso fino a toccare la Corona e poi riscende. Come fiori di un giardino, i centri energetici si spalancano mostrando tutti i loro petali e brillando di luce più intensa: il fiore del cuore brilla come uno smeraldo venato di rosa e d’oro; quello della gola brilla di una intensa luce azzurra e proietta i suoi lunghi petali in ogni direzione; sulla fronte si spalanca un enorme occhio indaco. Un paio di volte, appena l’ultima nota è sfumata via leggera nell’aria, osservando la mia immagine riflessa allo specchio, mi è capitato di riuscire a vedermelo ancora impresso sulla fronte. Un’ondata di fuoco benefico brucia al centro del ventre e genera una piacevole sensazione di vitalità e benessere che si trasforma in ispirazione e sensualità allo stato puro. Il fiore rosso e quello arancione sono così vicini da contaminarsi tra loro. I petali rubino della mia rosa vanno a sfiorare quelli arancioni della gerbera e si scatenano in una danza contagiosa che coinvolge anche me. Non è più la mente a guidare i miei movimenti, ma è la musica. Le note comandano ed il corpo segue. Non è una danza, sono solo movimenti liquidi e incontrollati. La mente è silente. Non ci sono pensieri a far rumore. C’è solo la musica: fuori e dentro di me. Lei mi guida e io mi lascio trasportare.

8 Comments

Comments are closed.