La penna di Sebastiano Impalàimpalà

Genere: Poesia

Quel foglio candido
mi apparve
nei sogni sbiaditi del mattino,
fra le onde ritmate dei ricordo.

E fu cosi’
che lo sporcai di penna,
inchiostro variopinto
e senza speme.

Amai versare
litri di parole,
sul sentiero ardito
dell’infanzia,
sui polsi grigi del soffrire,
sulle palpebre grinze dell’insonnia,
sugli orgasmi frenetici
del mondo.

Noi due insieme,
soli ad elargire rime
fra gli spasmi evanescenti dell’amore.

86 Comments

Comments are closed.