L’insana via del terrore di Anna Ciraci

Fuori concorso

Discendono lacrime imbevute di sangue
dall’amaro sapore che emana il terrore.
Sgorgano dagli occhi dell’impotenza
attoniti al mondo che rovescia violenza
richiama follia dal vestito celato,
la risveglia, dove l’incanto è sovrano.
Segna profondo dritta nel grembo
dove si esalta la pura innocenza,
spara più colpi e il silenzio è calato
sopra al giaciglio di bianco smaltato.
Al pianto esaurito è il sangue a restare,
l’unico segno per ricordare
che se d’insania ne è piena la terra
il candore, al contrario, l’abbiamo perso.

Torna all’elenco dei brani del mese

6 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.