Anche con la pioggia è speciale

Tema: La pioggia

castoloTra veglia e sonno cerco di aprire gli occhi, sono così pesanti che riuscirei tranquillamente a riprendere il mio sogno. Tuttavia, qualcosa là fuori disturba la mia quiete pomeridiana. Non si tratta del rumore della pioggia sul tetto, è un rumore strano e nuovo. Controvoglia e con mente sospettosa decido di andare a controllare. Mi alzo ancora imbambolata e lentamente mi distendo ben bene per stiracchiarmi, adoro farlo dopo il sonnellino. Con forte curiosità arrivo fuori.

Sembra tutto tranquillo, la giornata sembra anche più bella al solo pensiero di gustare qualche pietanza succulenta, immaginata grazie agli odori che invadono le mie narici; la signora del piano di sopra sicuramente starà cucinando il suo ragù, lo riconoscerei fra mille per il profumo inconfondibile. Mi muovo fra la frescura autunnale senza notare nulla di strano; così mi avvicino fino al cancello di entrata, ma nulla. Gocce di pioggia iniziano a scendere su di me, mentre in lontananza scorgo la coppia di vicini del terzo piano nel pieno della loro passeggiata quotidiana.

Mi nascondo dietro il muretto in pietra, non ho voglia di salutarli, perché so che non hanno molta simpatia per me, mi guardano ogni volta contrariati e solo in casi eccezionali mi rivolgono la parola con un saluto forzato, ma sempre in risposta al mio per primo. Sono così diversi dalla signora Enza, lei saluta sempre senza aspettare che sia prima io a farlo, mi sorride ed è sincera quando parliamo. Abita in fondo alla strada e anche se non esco di casa spesso, quando capita non perdo occasione per inoltrarmi vicino casa sua, per passare un po’ di tempo insieme, a volte anche ore. È così piacevole la sua compagnia e sono contenta, perché so con certezza che ha capito come sono, mi apprezza molto e la cosa ovviamente è reciproca.

A volte la gente è così ostile nei miei confronti, perché sembro burbera e antipatica, ma non ha compreso come sono fatta caratterialmente; si ferma solo alle apparenze, mentre non sa che sarei disposta a stringere amicizia con tutti. Anche qualche ragazzino che ho salutato non ha perso tempo nel rispondermi in modo brusco; ecco la causa per la quale sono prevenuta con tutti e mi vesto di una corazza da vecchietta bisbetica, pronta a infierire su chi puntualmente incontro. Invece nessuno sa che questo mi rende triste, perché vorrei che tutti sentissero il mio saluto come un “ciao” sincero e non austero. Persa nei pensieri mi rendo conto che ormai è quasi ora. Felice alzo la testa, i profumi di carne e piovasco li sento più forti adesso e con lo sguardo rivolto al cielo, mi godo questa fantastica sensazione di pace. Adoro la pioggia, perché mi ricorda la prima volta che venni in questa casa e con gli occhi chiusi mi faccio cullare da quel pensiero e dalle fresche gocce che più insistenti, fanno da massaggio sulla mia testa, collo e schiena.

Non ho intenzione di rientrare in casa, ormai è ora. Aspetterò qui, in compagnia di questa pioggia meravigliosa che non mi è mai nemica, anzi, mi coccola quando sono sola. Giro la testa e vedo Leo con la sua auto rossa, lo saluto e lui mi ricambia con un sorriso. Capisco che il momento è sempre più vicino ed io non sono già più nella pelle. Nervosamente incomincio a muovermi come una forsennata sotto l’acquazzone e ormai fradicia, imperterrita aspetto il mio momento. Sento un rumore di un auto. Si, è lui. Lo vedo correre verso il cancello; la sua maglia blu incomincia a ricoprirsi di chiazze più scure, ma non sarà di certo la pioggia ad impedire ciò che desidero.

Mi vede e mi sorride:” Cosa ci fai sotto l’acqua? Vai dentro!”. Mi viene incontro e scalpito nell’aspettare la sua tenera carezza che tanto adoro ed io per riconoscenza non posso che scodinzolare di gioia e sfoderare il mio abbraccio più bello, saltandogli addosso con fare festoso, regalandogli umidi baci. Non mi sono nemmeno resa conto che ha smesso di piovere, quando lo sento pronunciare le parole per me tanto magiche. Non aspettavo altro. In estasi mi alzo di scatto e incomincio a correre per il giardino come presa da un raptus, allontanandomi nel terreno e ritornando verso di lui, abbracciandolo ancora una e più volte, mentre le mie zampe colorate di terra bagnata, affondano sul suo petto.

“No Sally, la maglia”. Il suono della sua voce lo riconosco subito come dolce e sicuro ed io che gli voglio più bene so come farmi perdonare. In un battibaleno mi sdraio di pancia all’aria, le zampe piegate, il muso rivolto verso di lui e aspetto; aspetto che le sue mani mi accarezzino e con la felicità nel cuore, ottengo ciò che voglio. Mi indica qualcosa ed io in risposta mi fermo accanto a lui, mi sgrullo fortemente e mi metto a sedere immobile, facendogli capire che sono d’accordo anch’io. Più bagnato di prima, come se non avesse mai smesso di piovere, si asciuga il viso con le mani. Lo guardo affascinato, dritto negli occhi e fremo per sentirlo finalmente ripetere:” Andiamo a passeggio!”.

19 Comments

  • settegiornidifollie

    Voto questo testo. Ben costruito, ben studiato e ben scritto. Bravissima!

  • luisa cagnassi

    Voto questo testo.
    Bellissima intuizione il punto di vista del nostro amico più fedele. Brava.

  • Monica

    Complimenti. Un testo ben costruito con risvolti inattesi che aprono il cuore e la mente. Mi è piaciuta molto l’evoluzione che hai saputo dare alla protagonista. Giuro che in un primo momento non avrei mai pensato si trattasse di una cagnolina. In questo hai saputo calibrare maestralmente ogni pensiero senza risultare banale. Complimenti. Mi è piaciuto molto. Voto questo testo.

  • Giulia

    Un racconto bellissimo, carico di emozioni positive. Scoprire il protagonista come un cuore a quattro zampe è stato speciale. Voto questo testo.

  • Beltane64

    Per votare un testo bisogna apporre, nella sezione dedicata ai commenti, nella pagina del pezzo che si desidera votare la scritta “Voto questo testo”.
    Ogni pezzo che riceva un commento, a patto che sia un commento al pezzo, e non un ringraziamento dell’autore o un’eventuale conversazione successiva, varrà come 1 voto, per cui tenete conto della possibilità di farvi sia votare che apprezzare con un commento al pezzo, ottenendo così ben 2 voti.

Comments are closed.